Tutti apologi con l’ideologia degli altri

Ricordo da bambino che uno degli esercizi che più amavo fare alle elementari erano i disegni simmetrici. Il nostro cervello cerca continuamente delle simmetrie, ma nell’astratto ragionare per simmetrie non porta mai da nessuna parte.

Volete un esempio? Prendete questo classico litigio tra marito e moglie:

“Tua madre ha fatto questo”
“Beh allora tua madre ha fatto quest’altro”

Bello, vero? E’ come se uno, dopo essersi macchiato la giacca, si macchi anche i pantaloni per fare pendant.

La stessa cosa sta accadendo in questi giorni in cui si discute di apologia del fascismo. Le persone che si identificano con le ideologie di destra come argomento a sfavore portano il fatto che non esiste il reato di apologia del comunismo.

Ma purtroppo, come scrive Ettore Ferrini, comunismo e fascismo non sono simmetrici.

Il fascismo è stato il movimento avviato da Benito Mussolini per mezzo del quale:

  • sono stati vietati tutti i partiti, compresi quelli di destra
  • è stata limitata la libertà di stampa
  • sono mancati beni di prima necessità
  • sono stati disconosciuti i diritti dei lavoratori
  • sono state promulgate leggi razziali
  • sono state requisite le fedi nuziali (è successo a mia nonna)
  • siamo finiti in una guerra mondiale alleati del peggior dittatore della storia
  • sono state torturate persone che si rifiutavano di mandare i figli in guerra (allo zio di mia madre tolsero le unghie dei piedi)

“Apologia del fascismo” significa difendere quel particolare regime in quel particolare periodo storico in questa particolare nazione e sminuire questo elenco di nefandezze (o magari ritenerle pure giuste e attuabili). E sicuramente mi dimentico pure qualcosa.

Il comunismo invece può essere ridotto, in estrema sintesi, con ricerca dell’eliminazione di qualsiasi forma di sfruttamento dell’uomo sul suo simile. Il fatto poi che tale intenzione abbia prodotto tantissime interpretazioni, alcune delle quali degenerate a sua volta in regimi dittatoriali è tutto un altro discorso, così come quello che a qualcuno piace essere sfruttato o sfruttare.

P.S. Mussolini era un socialista.

 




One thought on “Tutti apologi con l’ideologia degli altri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi