No image available

Lavorare da casa seriamente

Svolgendo il mio lavoro di web developer da casa, sono soggetto a frequenti interruzioni, per non parlare di mezze giornate perse. Questo si traduce in frustrazione e diminuzione delle entrate, e ad un certo punto il familiare che interrompe si sente pure giustificato, e a questo punto esistono tre soluzioni:

  1. Cambiare lavoro
  2. Portare il lavoro fuori dalle mure domestiche
  3. Stabilire delle regole per sè stessi e per i familiari

La prima soluzione significa sconfitta e rinuncia dei propri sogni: decisamente inadatta! Affittare un ufficio porta sicuramente dei vantaggi a livello di immagine, ed è un passo che prima o poi va fatto, ma non frettolosamente, anche perché agli inizi bisogna chiedere un prestito.

In questo momento io sto praticando la terza via, e oggi mi è stato di grande aiuto un articolo di A list apart (link in fondo all’articolo), e così oggi scrivo le mie regole definitive per lavorare da casa seriamente.

  • Accettare con serenità gli imprevisti che infrangeranno le seguenti regole
  • Comunicare ai propri familiari gli orari in cui non si desidera essere disturbati, tranne ovviamente che per delle emergenze.

[Sembra incredibile ma il concetto che una persona ha di “emergenza” cambia di giorno in giorno! La stessa persona che il giorno prima ti chiama a gran voce per chiederti se vuoi mangiare spaghetti o rigatoni (pensando di fare un favore), è capace il giorno dopo di sforzarsi fino allo spasimo per aprire un barattolo pur di non disturbare.]

  • Comunicare ai propri familiari l’ora in cui possiamo dedicare loro attenzione.
  • Pianificare le pause: una passeggiata, un videogioco, un giro su Facebook, il caffè, un lavoretto da fare per la casa

[E’ opportuno spiegare ai familiari che le pause sono necessarie, onde evitare scenate del tipo “Ah, così mentre io mi ammazzo a pulire per non disturbarti tu non lavori!“.]

  • Puntare la sveglia e iniziare la giornata con una buona colazione e un momento di dialogo con i familiari.

[Io e mia moglie ogni mattina leggiamo un libro di meditazioni sulla Bibbia.]

  • Alla sera il computer deve essere spento
  • Lavorare 40 ore alla settimana, utilizzando eventualmente anche parte del weekend per recuperare le interruzioni impreviste
  • Essere assolutamente disponibili per i clienti durante le ore lavorative, ma rifiutare ogni contatto durante le ore libere: questo significa numeri di cellulare e account di Instant Messaging separati
  • Munirsi di casella postale per non rivelare ai clienti il proprio indirizzo di casa.

Una regola tutta mia: ascoltare durante il lavoro un’ottima selezione di musica.

Si veda l’articolo originale di A List Apart




2 thoughts on “Lavorare da casa seriamente”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi