No image available

Perche’ i bambini piangono? 7 risposte.

Worst mother ever.Questo blog si evolve in base alle mie esperienze di vita, e visto che i problemi maggiori che ho incontrato in questo mese sono stati i pianti di mio figlio Samuele, ecco un post dedicato alle cause di pianto dei nostri piccoli 😉

La regola di base è: se il bambino piange, bisogna fare qualcosa. Se il bambino non piange, non lo disturbate. Dico questo perché tante volte i parenti e gli amici stretti hanno voglia di prenderlo in braccio quando magari il bimbo e i suoi genitori vogliono riposare: i momenti di tranquillità vanno sfruttati al massimo.

Piangono perche’ hanno fame

Se sono passate circa tre ore dall’ultima poppata, è sicuramente ora di riattaccarlo alla fonte. Se usate il latte artificiale, preparatene una quantità sufficiente e assicuratevi che sia ad una temperatura gradevole. Poi bisogna preoccuparsi del ruttino: spesso stringendo il pupo al petto e scuotendolo leggermente tenendo una mano sul suo piccolo stomaco si può sentire e allo stesso tempo fare uscire una bolla d’aria.

Piangono perche’ hanno le coliche

Le coliche spesso rappresentano il tormento principale di queste piccole vite. Possono essere limitate con dei biberon adatti o assicurandosi che il bambino non si attacchi in maniera ingorda al capezzolo. Quando arrivano gli attacchi forti, caratterizzati da un pianto lancinante e irrefrenabile, il bambino va posto con la pancina appoggiata sul palmo della mano o sulla spalla, magari massaggiando in senso orario. Un sondino può aiutare a fare uscire l’aria. Infine dietro il consiglio del pediatra si possono fare assumere al bebè le Mylicon, delle gocce a base di simeticone che non hanno effetti collaterali; anzi, hanno pure un sapore dolce che calma istantaneamente il neonato.

Piangono perche’ devono essere cambiati

Su questo punto non c’è molto da dire: basta scegliere una marca di pannolini che non crei irritazione.

Piangono perche’ sono stressati

E’ incredibile che lo stress colpisca già nel primo anno di vita, ma è così. Innanzitutto è opportuno che i genitori siano i primi ad essere tranquilli, e che le nonne intervengano quando c’è veramente bisogno. Per rilassare un bambino appena nato, si possono provare tante cose: una passeggiata, un bagnetto, cullarlo, fargli ascoltare musica classica, massaggiarlo ai lati della testa… ma soprattutto mai fargli mancare il contatto materno, che è l’unica cosa familiare per loro almeno all’inizio del loro percorso.

Piangono perche’ vogliono dormire

A volte dopo aver provato di tutto, il bambino ancora piange. Allora, esausti, magari appoggiamo il bambino nella culla… e improvvisamente si addormenta. Eh sì, quando hanno sonno ogni cosa per loro è fastidiosa, quindi è opportuno non tentare in maniera ossessiva di farli addormentare con vari metodi, quando invece è sufficiente lasciarli semplicemente in pace.

Piangono perche’ hanno fastidio

Un corpuscolo nell’occhio, il muco nel naso, residui di latte in bocca, l’acqua nelle orecchie dopo il bagnetto… Bisogna avere cautela e rimuovere i fastidi con gli strumenti giusti. Per i residui di latte in bocca, si usa una garzina imbevuta con acqua e bicarbonato.

Piangono perche’ vogliono piangere

Il pianto è il loro unico modo di comunicare, e non bisogna preoccuparsi subito di capirne le cause. Dobbiamo imparare a capirli fin da piccoli.

Conoscete altri problemi e/o altre soluzioni? I commenti sono disponibili, e non c’è nemmeno il nofollow.




4 thoughts on “Perche’ i bambini piangono? 7 risposte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *