Diventare registi e produrre film nel Montefeltro

Tanti piccoli paesi costruiti sulle colline, con un prezioso carico di storia e cultura ma con poche opportunità di carriera. Questa è la realtà del Montefeltro, la mia terra natìa. Poi c’è un fiume, il Foglia, che scorre pigro e tranquillo accarezzando i boschi fino a quando non incontra uno sbarramento costruito dall’uomo, la diga di Mercatale, paese che potete ammirare in questa foto che ho tirato fuori dalla scatola di latta dei miei genitori. E a Mercatale ci sono due ragazzi che fanno cinema, sfruttando i meravigliosi scenari naturali della zona e reclutando attori tra i loro amici. Si chiamano Luca Baggiarini ed Emanuele Contadini, ed insieme formano il gruppo Insetti Malvagi – Rock Media Factory, infatti portano avanti anche un progetto musicale che ha già in tasca un contratto per la pubblicazione di un singolo. Questa sera finalmente ho avuto la possibilità di scambiare con Emanuele e Luca quattro chiacchiere, visto che hanno proiettato una buona porzione dei loro lavori a Casinina, a due passi letterali da casa mia: non avevo scuse. Alla batteria c’era Alessandro Brugnettini, fotografo professionista che tiene traccia delle mosse della factory attraverso i suoi scatti.

La serata era incentrata sulla proiezione de “Indiana Jones e il segreto della legione fantasma“, l’opera loro di maggior successo come testimoniato dai premi di “Miglior film” e “Miglior attore” assegnati al Lucca Movie & Cosplay 09, nonostante fosse nata per trainare “La legione fantasma”, un vero e proprio film a cui è intitolato il blog ufficiale degli Insetti Malvagi. Si tratta di un fan-film ispirato ai personaggi di George Lucas e Steven Spielberg.  Sul “Nido di Rodan” c’è una recensione tecnica ma chiarissima; io non sono in grado di dare un giudizio da esperto, ma sono rimasto stupito dalla pazienza che hanno avuto questi ragazzi nel realizzare queste perle: di film ne devono aver hanno visti parecchi e posso dire che questa versione di Indiana Jones made in Montefeltro mi ha tenuto col fiato sospeso e mi ha divertito. Gli effetti speciali erano chiaramente artigianali, ma assolutamente all’altezza della situazione.

Era da tempo che volevo parlare di questa bella realtà locale, ma prima volevo fare un’esperienza in prima persona, confermando l’impressione che avevo, di progetti da seguire assolutamente, iniziando dal canale Youtube. Ovviamente Internet agevola i contatti e offre sbocchi ai talenti, ma se non c’è passione, non c’è sbocco. Ma se c’è un flusso di passione continuo, accade quello che accade al fiume Foglia: la diga di Mercatale non può impedirgli di raggiungere il mare, che per questi ragazzi potrebbe magari essere rappresentato da un viaggio in America in ottobre. In bocca al lupo!




One thought on “Diventare registi e produrre film nel Montefeltro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi