No image available

La vita va avanti, e il blog stagna

Swamp TV.Sono entrato in una nuova fase della mia vita, tornando a lavorare fuori casa. Mantengo la mia partita IVA e la mia indipendenza, ma passerò la maggior parte del tempo lavorativo presso Arti Grafiche della Torre (d’altronde questo era il mio obbiettivo iniziale, fare solo il web developer freelancer e non l’one-man web agency). Abbiamo già portato a termine un sito, e ho la possibilità di sfruttare lo stesso spazio per i miei clienti e i lavori relativi. Ricambio lo spazio che mi mettono a disposizione con dello spazio FTP sul mio VPS. Credo che questa sia la formula migliore: professionisti indipendenti che lavorano insieme come e quando vogliono, senza fare grossi investimenti iniziali e senza rischiare nulla. Lavorare a casa, con il campanello e il telefono che possono suonare in ogni momento, e con il caldo che ti fa appiccicare le braccia alla scrivania, era diventata una tortura, che mi ha portato ad identificarmi parecchie volte con l’eroe di Freelance Freedom. Ne ho guadagnato in molti aspetti: lasciando il portatile in ufficio, sono tornato a leggere libri a casa. Ma ovviamente ho anche perso: il mio Google Reader è arrivato a 1000+, e ho perso l’ispirazione per il blog (che comunque non ha mai avuto il successo sperato). Ma sono molto più tranquillo.

I blog sono fatti così. Iniziano, finiscono e poi magari ripartono. In questi giorni per esempio è ripartito quello di Antonio Fullone, quello che scagliò un epico pamphlet contro la loggia dei guru del web design italiano. Seguitelo, e seguite anche i web designer che segnala. Una su tutti: Pikadilly.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *