Consoliamoci con Summify

L’ultimo restyling di Google Reader ha fatto fuori senza pietà la condivisione degli articoli e di conseguenza non è più immediato sapere che cosa i miei cari amici ed ex-compagni di corso Elvis Ciotti e Monica Giambitto (si sbrigasse a fare il suo sito) vogliono farmi sapere. L’altra novità, ovvero il padding oceanico, ormai è diventata solo un’alternativa fra cui scegliere. Ma per avere di nuovo la funzionalità “scopri quanto sono acculturati i tuoi amici” non saprei, a dire il vero non ho neanche cercato in giro.

KestrelPerò in questi ultimi tempi che sto scoprendo quanto sia piacevole Twitter con un po’ di gente che ti sta dietro e uno smartphone che ti aggiorna sulle menzioni. E’ decisamente il social network che ancora non è stato rovinato dai suoi creatori, ha introdotto sempre in punta di piedi e con il massimo rispetto dei clienti non paganti. E ho scoperto di recente grazie a Silvia Papi un servizio che immediatamente fa capire quali sono gli articoli che i nostri inseguiti hanno più gradito: Summify.

Post correlati

1 thought on “Consoliamoci con Summify

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi