Scegliere uno smartphone per la propria attività professionale: sistemi operativi e caratteristiche a confronto

In ufficio da più di un anno usufruisco di una linea Telecom Italia da 20 mega di cui sono estremamente soddisfatto. Questa mia “fedeltà” mi ha permesso di attivare un abbonamento TIM comprendente un telefonino senza carta di credito, e ho deciso di farmi un regalo anche perché ero ancora fermo al mio primo smartphone, un LG Optimus One (aka LG P500) che non era il massimo neanche da nuovo, e dopo averlo spremuto fino all’ultimo (leggasi “rootato”) sentivo la necessità di un dispositivo più all’altezza delle mie necessità.

android-vs-iosHo fatto una scelta dopo una serie di duelli che sono avvenuti dentro la mia mente, e il primo è ovviamente Android vs iOS. A casa ho già un dispositivo iOS, un iPad con display Retina, e siccome il mio desiderio è quello di variare il più possibile l’assortimento di tecnologia in famiglia per avere a disposizione diversi tipi di dispositivi in un’ottica di sviluppo non è stato difficile per me scegliere il robottino di casa Google, anche se onestamente ho sempre trovato più immediato da usare iOS.

Poi ho iniziato a pensare alle mie esigenze: un grande display per poter lavorare meglio e la possibilità di avere sempre a disposizione una buona macchina fotografica per non dover portare con me nient’altro quando mi reco da qualche cliente. Inoltre non volevo più avere problemi con memorie interne di dimensioni risicate o rallentamenti dovuti a processori lenti. Quindi se il secondo duello era top di gamma vs entry level, ho scelto di far vincere il primo a man bassa.

Veniamo quindi alla sfida finale, in cui spuntano fuori anche i nomi dei contendenti, Galaxy S4 vs HTC One. Iniziamo col dire che sono sempre stato uno che vuole differenziarsi dalla massa, quindi a priori ero già orientato a scartare Samsung, diciamo però che ho cercato di non avere pregiudizi e ho iniziato a confrontare questi due cavalli di razza che a livello di potenza pura probabilmente si equivalgono. Quindi la differenza la fanno i dettagli.

Iniziamo dall’estetica, e qui per me non c’è confronto: l’alluminio dell’HTC One distrugge qualsiasi policarbonato, anche in termini di feeling. Non mi interessa se il prezzo da pagare per il case unibody è la mancata possibilità di sostituire la batteria, l’impressione di solidità è impareggiabile e perdono senza problemi questa mia libertà limitata.

samsung-galaxy-s4-sd-card-slotUn grosso punto a favore del Samsung Galaxy S4 è la presenza di uno slot per la micro SD, mentre su HTC bisogna “accontentarsi” della memoria interna da 32GB. A parziale risarcimento HTC offre 24 giga di spazio Dropbox per due anni, utile per caricarci i video più pesanti. I dati sul cloud sono più sicuri, ma in caso di mancanza di connettività sono anche fuori dalla nostra portata.

Probabilmente il termine di confronto più interessante tra questi smartphone è costituito dalla differente filosofia della fotocamera. Spesso si fa un paragone solo in termini di megapixel, ma è un errore, così come è un errore confrontare due architetture diverse di processori sulla base dei megahertz. In una fotocamera è importante anche la qualità del sensore, e HTC One ha fatto una scelta che privilegia quest’aspetto, limitando la risoluzione a 4 megapixel ma offrendo una qualità impareggiabile in condizioni di scarsa luminosità.

Non mi dilungo oltre, ma bisognerebbe parlare anche di Zoe, di Blinkfeed e degli altoparlanti stereo. Insomma, come avrete capito, alla fine ho scelto HTC One.

 

Post correlati

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi