Se potessi avere 80 euro al mese

Premetto due cose:

  1. Sono un elettore di centro. Non sono del PD. Soprattutto non sono pagato dal PD per scrivere.
  2. Nessuno nel mio nucleo famigliare allargato gioverà dei mitici 80 euro.

Con questo articolo però voglio esprimere innanzitutto tutta la mia contentezza per le famiglie che vedranno aumentera la loro liquidità e discutere di vari errori retorici e logici che vengono fatti nella discussione su questa detrazione IRPEF.

Renzi mente: non darà gli 80 euro.

Qui sono i fatti a smentire.

Non ci sono le risorse.

Detto da chi voleva dare 1000 euro al mese come reddito di cittadinanza fa un po’ ridere.

E’ un’elemosina.

OK, che ne dici quindi di iniziare a pagare 80 euro di tasse al mese, visto che per te sono insignificanti?

Lo fanno per prendere voti.

Questo è banale. Anche io cerco di lavorare bene così mi pagano. Ma scusate, se un partito non fa provvedimenti per il popolo, non vi sta bene. Quando li fa, dite che è per prendere i voti del popolo. Allora cosa stanno lì a fare?

Inventeranno altre tasse per riprenderseli.

E’ vero. Già senza inventare altre tasse, se un lavoratore reimmette in circolo quel denaro acquistando beni e servizi, più della metà tornerà allo Stato. Insomma, escono da una tasca per finire in quell’altra, ma intanto i lavoratori e i commercianti hanno un po’ di respiro.

Qualcuno su Twitter ha detto che è come dare una caramella ad un malato di tumore. Io non sarei così esagerato. Sono soldi che a me per esempio farebbero comodo.

 




6 thoughts on “Se potessi avere 80 euro al mese”

  1. Hanno già inventato altre tasse per riprenderseli come l’aumento della Tasi sulla casa. Ovviamente è un provvedimento a mio parere ingiusto, già escludere i liberi professionisti non ha senso, dovevano anche loro rientrare nelle fasce indicate e per i redditi bassi avere il bonus, la cosa peggiore poi è che ancora non è stato previsto un bonus per chi cerca occupazione attraverso i centri per l’impiego, certamente sarebbero stati ben utilizzati gli 80 euro. Il risultato sarà probabilmente un aumento dell’ inflazione e dei prezzi a scapito di chi non ha il bonus, fra cui i più poveri, dato che per i poveri non è previsto essendo, secondo loro già esenti dal fisco…

  2. L’aumento delle tasse sulla casa dimostra che Renzi è comunque un politico di sinistra. Io personalmente da liberal-socialista non tasserei la prima casa se la metratura rientra entro certi parametri (per esempio 30mq per persona), ma sarei feroce con chi inizia ad accumulare immobili e affitti.

    Il bonus di 80 euro a chi cerca occupazione? Lì sarebbe stata veramente elemosina, ci vorrebbe una pensione temporanea che darei solo a chi ha famiglia a carico. Soprattutto sarebbe ora che le case vuote vengano date in affitto a chi ne ha bisogno per cifre simboliche.

    Un aumento dell’inflazione in questo momento in cui siamo a rischio deflazione è solo un bene. I poveri purtroppo ci sono e ci saranno sempre, ma se fai fuori la classe media è la fine.

  3. La nazione è messa veramenta male. Un analisi ufficiale da’ come aumentate del 50 percento le famiglie senza alcun reddito da lavoro rispetto il 2012. A mio parere poco servono i contentini, servono riforme radicali che i governi che abbiamo avuto nell’ ultimo ventennio NON faranno mai, per via di interessi anche più grandi di loro. Nulla di concreto è fatto per rilanciare la produzione, nulla di concreto fa Renzi per ridurre gli enormi sprechi.
    L’unica strada per i giovani, più del 50 percento senza lavoro, e chi ha il lavoro ha forme flessibili, molto belle, cioè che domani vieni licenziato senza una causa, come vuole Renzi, e senza contratti a tempo indeterminato, che erano i baluardi della vera sinistra dei diritti al lavoro, tipo “Bertinotti dei tempi che furono”, sembra essere l’emigrazione.

    L’ interesse è prendere i voti alle vicine elezioni amministrative, regionali ed europee, adesso Facebook pullula di annunci a pagamento di politici più o meno importanti locali e non, solo propaganda e fumo.

    Sono d’accordo su tassare le proprietà, ovviamente i soldi non vanno presi da chi già non ne ha, ma fa comodo così.

  4. Il nostro paese è in crisi più degli altri perché ha una bilancia energetica sfavorevole. Compriamo petrolio dagli arabi, gas dai russi e corrente elettrica generata da energia nucleare dai francesi. Paghiamo i tedeschi per bruciare i nostri rifiuti con i quali viene prodotta energia che poi ci viene rivenduta.

    L’emigrazione è un doloroso ritorno al passato, i miei genitori sono stati emigranti a Zurigo per poter costruire la casa che ora il governo italiano vuole tassare. I figli degli albanesi che nei primi anni ’90 sbarcavano in Italia ora sono costretti ad andare all’estero.

    Speriamo che veramente Renzi abbia capito la situazione di emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi