Non ci sono cure alternative per me

Ho un’unghia del piede incarnita, e quindi questa mattina ho chiamato un podologo, il quale mercoledì mattina mi riceverà nel suo studio per risolvere il mio problema con professionalità e con gli strumenti giusti.

Ora vi starete chiedendo cosa c’è di straordinario in tutto questo. Beh, io ho fatto questo ragionamento: un’unghia incarnita è un problema di salute oggettivamente di gran lunga inferiore ad un cancro. Eppure io vado da un medico per risolverlo, mentre ci sono malati di cancro che pensano di potersela cavare senza l’oncologo.

Ho un minuscolo pezzo d’unghia che tende a conficcarsi nella carne, ma andrà via solo grazie ad un intervento manuale e non trovi pagine Internet che ti dicono “il tuo dito guarirà grazie a menta e lime!”. Beh d’altronde se abbiamo imparato a guarire dal cancro presto scopriremo anche come fare a meno del podologo, no?

E’ incredibile, ma siamo talmente stupidi che meno capiamo i nostri problemi, meno siamo disposti a fidarci di qualcuno che invece ne capisce. Ci convinciamo che da qualche parte sul web esista una scorciatoia che in mezz’ora di lettura ci possa dare le informazioni che si acquisicono durante un percorso universitario. A me invece quasi quasi viene da dare del lei al podologo con cui qualche anno fa giocavo a calcetto.

Way outImage credits




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *