Come cariare il cliente: la strategia vincente per un freelance nel 2021

Non c’è una grande differenza di età tra me e mio figlio, ma rimango comunque affascinato dal modo in cui si approccia ai videogiochi e soprattutto dal gergo che usa con i suoi amici. Ad esempio per la mia generazione era normale affrontare le sfide con il massimo impegno, dall’inizio alla fine (anche perché quel … Read moreCome cariare il cliente: la strategia vincente per un freelance nel 2021

Accettare, percepire e affrontare la realtà: primo anno dell’era Covid19

Mentre stavo guardando distrattamente il primo episodio della serie “The midnight gospel” c’è stata una frase che mi ha colpito a tal punto da riavvolgere virtualmente il nastro: Health is about accepting and perceiving and dealing with reality on reality’s terms. Si può tradurre in italiano con “La salute (e si parla di quella mentale) … Read moreAccettare, percepire e affrontare la realtà: primo anno dell’era Covid19

Imparare a giudicare bene le persone

Uno dei segni fondamentali del passaggio dall’adolescenza all’età adulta è la capacità di accettare serenamente il giudizio degli altri e il non sentire l’esigenza di dover esprimere continuamente il proprio. La ribellione e l’anticonformismo vanno bene fino a quando non si prova il bisogno di stabilità nella professione e negli affetti: un datore di lavoro … Read moreImparare a giudicare bene le persone

Il campo della felicità

A volte mi chiedo se io forse ami troppo lo sport. Me lo sto chiedendo soprattutto in questa estate del 2019, estate in cui mi sono iscritto a 2 tornei di calciotto, 2 tornei di pallavolo e un torneo di calcetto. Le inevitabili sovrapposizioni mi hanno portato a pianificare addirittura fughe da un campo all’altro, … Read moreIl campo della felicità

Un settembre nel limbo del “too big to be freelance”

Come ogni anno, settembre per un libero professionista come me è un periodo molto particolare. Tutte le cose smettono di funzionare, tutte assieme: ad agosto avrei potuto spegnere tutto e nessuno se ne sarebbe accorto. Tutti hanno in mente nuovi progetti, tutti insieme: ovviamente sono tutte occasioni che uno in gamba come me non dovrebbe … Read moreUn settembre nel limbo del “too big to be freelance”

La mia paura di avere successo

Mancano pochi minuti alla fine della partita, e il mister decide di buttare nella mischia anche me, come ormai fa di consueto. Sentivo dentro di me che quello poteva essere il giorno buono per realizzare il primo gol da quando ho iniziato a giocare a calcio, dato che l’avversario era alla nostra portata. La partita … Read moreLa mia paura di avere successo

I 3 errori che ti impediscono di guadagnare seriamente lavorando nel web

Ho iniziato a scrivere questo post durante la vigilia di Natale. Mia moglie e mio figlio erano dai miei suoceri, e io li avrei raggiunti nel pomeriggio. La sera precedente a cena e il giorno prima ancora a pranzo ho incontrato amici con cui in passato ho formato dei team di lavoro su progetti web. Non a caso … Read moreI 3 errori che ti impediscono di guadagnare seriamente lavorando nel web

Il giorno in cui Berlusconi e Grillo sono diventati amici

Quando vide Gesù, Erode se ne rallegrò molto, perché da lungo tempo desiderava vederlo, avendo sentito parlare di lui; e sperava di vedergli fare qualche miracolo. Gli rivolse molte domande, ma Gesù non gli rispose nulla. Or i capi dei sacerdoti e gli scribi stavano là, accusandolo con veemenza. Erode, con i suoi soldati, dopo averlo vilipeso … Read moreIl giorno in cui Berlusconi e Grillo sono diventati amici

La storia di come ho imparato a vendere

Aggiornamento del 15 gennaio 2021: il titolo è completamente fuorviante. Questo articolo si sarebbe dovuto intitolare “Come ho imparato a farmi comprare”. Chi mi segue sa già che nel campo del web ho svolto e continuo a svolgere diverse professioni a livello tecnico, ma al di là di questo devo anche gestire i miei clienti … Read moreLa storia di come ho imparato a vendere

Come riconoscere i complessati che vogliono sminuire le nostre qualità

La persona che ha un complesso di inferiorità prima di tutto ti ricopre di complimenti in pubblico, mettendoti in imbarazzo. Lo fa perché spera che tu possa ricambiare, perché quella persona vive per essere complimentata. Ne ha bisogno come il pane e come l'aria che respira. Se a te non piacciono i salamelecchi e non stai ...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi