No image available

Risoluzione di host locali incredibilmente lenta su Mountain Lion, ma si risolve

Gli utenti Mac di vecchia data consigliano sempre di eseguire un clean install piuttosto che un semplice upgrade quando esce una nuova versione di Mac OS X. Io non ho voluto dare retta, ho fatto addirittura un salto doppio e sono incappato in un piccolo ma fastidiosissimo bug: in pratica la risoluzione degli hosts elencati in /etc/hosts era lentissima. A dire il vero inizialmente davo la colpa al mio codice PHP, poi quando ho provato ad eseguire in ping da terminale ho constatato la realtà.

Irony of the situation is...I primi giri su Google erano poco incoraggianti. Alcuni imputavano il problema a una configurazione IPv6 errata, altri per disperazione arrivavano ad installare dei server DNS locali per aggirare la questione. Fra l’altro quest’ultima non è un’idea fuori dal mondo, perché configurando una wildcard su un TLD di nostro gradimento (per esempio *.dev, ma non *.local perché è già riservato a Bonjour) viene meno la necessità di doversi preoccupare della risoluzione del virtual host. Ma siccome io voglio capirle le cose e non mi stava bene che il mio sistema operativo fosse allergico ad un banale elenco di coppie di indirizzi IP e stringhe, ho trovato finalmente la soluzione: si tratta di un problema di codifica del file introdotto dall’upgrade a Lion/Mountain Lion. La soluzione rapida consiste nel rimuovere il file e ricrearlo con questi elementi di base:

##
# Host Database
#
# localhost is used to configure the loopback interface
# when the system is booting. Do not change this entry.
##
127.0.0.1 localhost
255.255.255.255 broadcasthost
::1 localhost
fe80::1%lo0 localhost

 

Ora se volete aggiungere i vostri host, non metteteli tutti sulla stessa riga di 127.0.0.1, ma createne di nuove e appendetele alla fine del file (durante le mie ricerche in merito qualcuno suggeriva pure questa soluzione):

127.0.0.1 unsito.dev
127.0.0.1 altrosito.dev

 

Non ho aggiunto delle entry per IPv6 perché già con questa sintassi tutto era tornato a funzionare come su Snow Leopard e come su tutti i Windows e i Linux da me utilizzati.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi