Il giorno in cui Google impazzì

Oggi ho lavorato molto con Google, dovendo posizionare un sito. E ad un certo punto, ho avuto paura di averlo fatto arrabbiare: ogni sito veniva segnalato come pericoloso per il mio computer! A parte gli scherzi, questa è la prova che gli sbagli si fanno a qualsiasi livello. All’inizio pensavo che fosse un problema del mio antivirus (AVG infatti esamina ogni sito dei risultati della ricerca)  ma poi mi sono accorto di essere su Ubuntu! Mi ha fatto divertire un mio contatto su Messenger, che poco prima mi aveva segnalato un video sui fantasmi, e mi ha detto: “Da quando ho visto quel video su Youtube, Google mi segnala ogni sito come pericoloso!

Puntuale la risposta di Google assieme alle scuse, che spiega pure l’errore: la lista dei siti infetti viene messa a confronto con i risultati delle ricerche, e per un errore umano in quella lista c’era pure una semplice barra dritta (come questa, /), e dato che tutti gli indirizzi contengono almeno un barra dritta (http:// ecc…) ne è conseguito che ogni risultato era potenzialmente pericoloso.

Ricorderemo questo giorno come il giorno in cui Google impazzì.

Post correlati

Leave a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi